Che cos’è il Samhain

di Marco Valeri Commenta

Photo Credits - LEON NEAL - AFP - Getty Images - 187005448Nei diversi campi della magia si guarda sempre con maggior attenzione a quella che è la Samhain. Questa festività interessa ogni anno gran parte del mondo, un mondo che si avvicina sempre più ad un’usanza molto particolare di cui è bene conoscere i diversi aspetti, soprattutto nel campo esoterico. In molti sono sempre più interessati ai diversi riti magici, dalla magia verde alla magia rossa, fino a tute le altre correnti. È utile, quindi, conoscere con attenzione il significato di questa particolare festività.

La Samhain, che si può anche trovare scritto con Sauin, è fondamentalmente una festa, una festa pagana che ha origine gaelica. Questa festa viene onorata in una notte dell’anno molto particolare, nella notte che va a cavallo tra il 31 ottobre e il 1° novembre. Un periodo dell’anno molto particolare, periodo vissuto in modo molto differente, da chi semplicemente festeggia adeguandosi al lato commerciale, a chi ne prende parte per via del Capodanno celtico, a chi ne vive tutta la sua atmosfera spirituale. È proprio quest’ultima categoria che molto spesso da vita a dei veri e proprio rituali , rituali che sono molto particolari e mirati.

Il nome Samhain deriva dalla lingua irlandese e la sua traduzione starebbe ad indicare “la fine dell’estate”. Con i tempo la Samhain è diventata una vera e propria festa celebrata in buona parte del mondo, dalle celebrazioni religiose a quelle folcloristiche fino all’influenza popolare, sviluppatasi soprattutto in quest’ultimi anni anche in Europa, di Halloween. È possibile, quindi, notare l’intensità di questa parola, intensità che deriva dalle diverse rappresentazioni che la riguardano.

Photo Credits – LEON NEAL – AFP – Getty Images – 187005448

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>