La Festa delle Fate

di Malvi Commenta

festa delle fate

La Festa delle Fate è un’altra delle festività celebrate dal calendario esoterico. Viene festeggiata il 20 di aprile e ancora oggi, in alcune città italiane, questa data viene ricordata con una grande festa a tema.

Al centro di questa festa ci sono appunto le fate, creature leggendarie presenti nelle fiabe e notoriamente capaci di fare avverare anche le cose più difficili con un semplice tocco della loro bacchetta magica. Nell’accezione originale la fata non aveva niente di umano se non l’aspetto (fatta eccezione ovviamente per il paio di ali che la rendeva fisicamente diversa dai comuni mortali). Il nome fata deriva dall’altro nome latino delle Parche ovvero Fatae, cioè coloro che presiedono al Fato (al destino).

Il 20 aprile dunque si celebra la Festa delle Fate rendendo omaggio a questi personaggi che negli anni sono stati protagonisti di fiabe e novelle a lieto fine, nelle quali le fate rivestivano sempre il ruolo delle creature buone. Le fate sono di sesso femminile e hanno le sembianze di una donna non molto alta e piuttosto gracile dalla pelle color perla che arrivano in soccorso e si contrappongono al male e al negativo. Caratteristico dell’aspetto delle fate è l’Hennin ovvero il cappello a punta che queste creaturine indossano tutte, indistintamente, e che è diventato un simbolo vero e proprio che le distingue da tutti gli altri personaggi delle fiabe.

Nel calendario esoterico pagano la Festa delle Fate anticipa di 10 giorni quella della Notte di Valpurga – Beltane che viene celebrata il 30 di aprile.

Foto | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>