La Festa di Gea

di Malvi Commenta

dea-madre

La Festa di Gea viene celebrata il 20 maggio e fa parte del calendario esoterico. Si tratta di una festa molto importante per la tradizione pagana che celebra Gea o Gaia, simbolo della la Madre Terra, generatrice di vita e abbondanza.

Gea è una delle figure femminili archetipiche più note nel paganesimo, colei che dà la vita e che si cura di renderla piena e degna di essere vissuta. La Grande Madre, intesa in senso astratto come colei che genera nuova vita, muore e si rigenera con il passare del tempo e delle stagioni, seguendo le fasi della luna (calante, crescente e nuova). Il mito della Madre Terra come generatrice ritorna spesso nella tradizione pagana: la figura di Sibilla, quella di Medea sono altri esempi di come la figura della Grande Madre abbia da sempre rivestito un ruolo centrale nella tradizione pagana. Per il suo aspetto legato alla fertilità e all’essere fecondo, Gea viene indicata anche come protettrice dei matrimoni, della famiglia e di quei valori morali. A Roma, le è stato anche dedicato un tempio in comune con Cerere, dove si celebravano feste solenni per propiziare i raccolti della terra, simbolo della nuova vita che vede la luce.

Gea, intesa dunque come dispensatrice dei frutti, delle piante e degli animali necessari alla vita e al proprio sostentamento ha rappresentato sempre una figura centrale dominante fin dai tempi antichi nella religione dell’uomo. Viene celebrata in piena primavera, quando i nuovi raccolti vedono la luce e arrivano alla vita.

Foto | Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>