La Grande Sabba di Brigid

di Malvi Commenta


La Grande Sabba di Brigid è un’altra delle feste celebrate dal calendario esoterico. Brigid è una dea celtica particolarmente importante, cosiddetta patrona della Candelora, la Festa solare del Fuoco che viene celebrata anche sotto il nome di Imbolc.


Secondo la tradizione, Brigid è la dea protettrice dei fabbri, dei poeti e dei guaritori e viene rappresentata in modi e sfumature diverse a seconda del contesto: con il fuoco dell’ispirazione se viene intesa come patrona della poesia, con il fuoco del focolare, se intesa come patrona della guarigione e fertilità e con il fuoco della forgia, se patrona dei fabbri e delle arti marziali.

Brigid è figlia del dio Dagda e controparte celtica di Athena e Minerva; viene considerata una conservatrice della tradizione in quanto la poesia, secondo la tradizione celtica, ha sempre rivestito un ruolo fondamentale, un patrimonio da conservare nel tempo e tramandare ai posteri. Gli oggetti sacri a Brigid sono la ruota del filatoio, la coppa e lo specchio. La ruota altro non è che il centro ruotante del cosmo, lo specchio invece simboleggia l’immagine dell’Altro Mondo cui hanno accesso solo gli eroi e gli iniziati, la coppa infine è il grembo della Dea dal quale nascono tutte le cose.

LA FESTA DI SELENE, DEA DELLA LUNA

La Grande Sabba di Brigid è tra le prime festività celebrate, dopo la Festa di Giano, di Iside e di Selene. Viene festeggiata infatti il 31 di gennaio, poco prima di Imbolc (1 febbraio, ma di questo parleremo più avanti).

Foto | Thinkstock

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>